espandi testo PERCHE'  I QUARANTENNI  CE L'HANNO CON I SETTANTENNI ?

Comunicazioni ai soci

ago 09

PERCHE' I QUARANTENNI CE L'HANNO CON I SETTANTENNI ?

                                                                  COSA  HANNO   “ I QUARANTENNI  CONTRO   “I SETTANTENNI” ?

          Gli  ANZIANI,  si fa per dire,  in altri tempi  non molto lontani, erano  considerati  “I Saggi”   e venivano posti   idealmente “in vetrina” con tanto di rispetto  perchè riconosciuti depositari di cultura e tradizioni e  memoria storica di fatti e atti,  positivi  e negativi,  da cui prendere spunto o da  evitare.  A Loro si ricorreva per consigli o conferme: ( cosa mi conviene fare?   Ho fatto bene?).

         Adesso tutto è cambiato;  i settantenni continuano a stare in vetrina ma idealmente chiusi a doppia mandata, come residuati bellici, reperti di tempi superati, del tipo “guardare ma non toccare”.   In compenso   sono  carinamente  appellati  “rimbecilliti, superati, da rottamare”.  E  non  è escluso ricevere queste carinerie   vis- à- vis.

          Ma perché tanto livore dei quarantenni,  brutto esempio per i giovani,  avverso i settantenni?  Che temano il nostro giudizio per averci sostituito con una amorfa intelligenza senza anima,  il telefonino, ormai  loro amico e maestro di vita inseparabile?   Ma se fosse realmente così,  che ne sarebbe dei nostri pronipoti?   Una generazione di robot senza anima ?!   Certo il sospetto è latente e in qualche maniera  incoraggiato dalla vista di non più giovani che smanettano senza sosta, o che addirittura cercano pugacioff o cip e ciop,  o giù fi lì,  anche mentre guidano.  E noi saremmo gli imbecilli!!!

          Ma non può essere e non deve essere così, mi piace pensare,  anche per il loro bene, che ce l’hanno tanto con noi settantenni perché  egoisticamente, per farli stare meglio, abbiamo  sgobbato come matti e probabilmente li abbiamo  trascurati un pò.   Però, non tutto è perduto. Capiterà certamente loro, prima o dopo,   fermarsi a pensare  e trovare la quadra.  A noi, non ci resta che sperare!!!

                                                                                                                                        Antonino Reginella

09/08/2016